Blog

BLOG

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Facebook è ancora il re?

Per tutto il 2018 sui media mainstream si è parlato molto della “crisi” di Facebook. Non è del tutto falso, ma analizzando la situazione in maggior dettaglio si potrà osservare che forse l’allarme è prematuro, soprattutto per il mercato italiano.

La prima prova per sfatare il mito della crisi risale a quest’estate e arriva direttamente da Menlo Park, ed è l’analisi del Q2 per il 2018, cioè i dati che coprono il periodo Aprile-Giugno. La prima slide del documento è quella chiave perché contiene due informazioni importanti. La prima è che negli USA, gli utenti sono in stallo (a 185 milioni), la seconda è che in Europa per la prima volta sono addirittura in leggero calo (siamo sui 279 milioni di utenti). Ricordiamo che ci stiamo riferendo ad utenti attivi al giorno e che la parola chiave in quest’analisi è una: leggero. È chiaro che i vari scandali che hanno iniziato a colpire Facebook — non da ultimo quello che riguarda un security breach che ha coinvolto circa 50 milioni di utenti — stanno iniziando a sensibilizzare maggiormente il pubblico in Europa e negli USA, ma arrivare a dire che Facebook è in “crisi” e che siamo davanti ad una “fuga” dal Social Media ci sembra francamente prematuro e sbagliato.

Quello che invece è più preoccupante, almeno per noi che lavoriamo anche sui Social Media, è che gli utenti stiano dedicando sempre meno tempo a Facebook. Rifacendoci però ai dati Nielsen analizzati da Pivotal, dobbiamo ancora una volta ridimensionare il tutto. Il grafico qui sotto è molto utile per inquadrare il fenomeno, di cosa stiamo parlando?

Il calo è costante dal 2016, ma ci aiuta a capire come Facebook (e Google) siano di fatto i due king maker del mercato rapportati ad altri operatori. Se la domanda è cosa fare, la risposta è che le strade della comunicazione sono (quasi) infinite. Sarà importante adeguarsi ai trend e focalizzarsi sulla creazione di contenuti che abbiano un vero valore per gli utenti e per i clienti. Solo così si può catturare la loro attenzione nel marasma della rete.

Per quanto riguarda i Social Media, ci viene sempre in aiuto l’Osservatorio Social Media di Vincenzo Cosenza. I dati più aggiornati riportano quanto nel nostro paese sia importante posizionarsi su Facebook, su Instagram e su LinkedIn. Ovviamente questo non basta e non può valere per tutti. Ma parlando di social media oggi bisogna partire da questo. Per le aziende che ancora non sono presenti sui Social Media o che vogliono migliorare la loro strategia è ormai essenziale affidarsi a professionisti che siano in grado di gestire al meglio le potenzialità offerte.

STAY IN TOUCH

Scrivici sui social, chiamaci al telefono, ma soprattutto vienici a trovare. Abbiamo caffè e tante idee.

CONTATTI

  • Via Cassano D'Adda 27/1
    20139 Milano
  • (+39) 02 3707 1487
  • info@dnagency.it

© Copyright 2019 - DN Agency S.r.l.

P.IVA 10439190967 - R.E.A. MI-2531462 - Capitale Sociale € 10.000 i.v.