Blog

BLOG

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Netflix investe sul cinema: è una buona strategia?

Netflix ci ha abituato ai suoi colpi di teatro, ma era difficile credere che si sarebbe spinta ad acquistare un cinema dove proiettare i suoi film. Nello specifico, si tratta del Paris Theatre di Manhattan.

Per una piattaforma streaming come Netflix sembra davvero il colmo acquistare un cinema, ma in realtà si tratta di una strategia ben studiata, che ha dei precedenti: qualche mese fa aveva infatti deciso di rilevare anche l’Egyptian Theatre di Hollywood.

Su questa scelta possiamo fare almeno tre considerazioni che ci faranno capire i benefici di affiancare una strategia offline a quella digitale.

Netflix sta diversificando gli investimenti.

La concorrenza sullo streaming non è mai stata così elevata: Youtube, Amazon Prime, Hulu, Disney+, Apple Tv, HBO, At&t. In atto, sembra esserci una guerra vera e propria tra tutte queste piattaforme e, il recente calo d’azioni nei mesi scorsi (circa il 26%), ha forse minato un po’ la sicurezza di Netflix per quanto riguarda il futuro. Certo, rimane sempre il competitor da battere per chiunque, forte di un catalogo praticamente senza eguali. In questo senso, diversificare gli investimenti, puntando anche sull’offline, potrebbe darle nuova linfa.

Netflix sta spostando il target.

Come detto, la concorrenza è tanta. Ricerche recenti hanno rilevato che i giovanissimi stiano preferendo sempre di più lo streaming di Youtube rispetto ai servizi offerti da Netflix. Un target che per Netflix, soprattutto agli inizi, ha rappresentato lo zoccolo duro. Ecco perché, invece che limitarsi a contenere i danni, vedendo il pubblico migrare da un’altra parte, l’azienda preferisce rispondere con la classica “reazione uguale e contraria” che sta alle basi delle regole dell’universo: intercettare anche il pubblico meno giovane che preferisce passare del tempo in sala piuttosto che davanti allo schermo di un pc.

Netflix nasce online, ma sa che l’offline può rafforzare la strategia.

Il catalogo di Netflix è per gran parte pieno di prodotti, per così dire, di “massa”. Son quelli che saltano subito all’occhio sfogliandolo. Ma non si tratta del 100% dell’offerta della piattaforma. Ci sono, infatti, anche prodotti più “ricercati”. Quelli che probabilmente tra i più giovani stentano a decollare. Portare la battaglia dello streaming sul campo degli investimenti in spazi fisici è senza dubbio utile per lanciare anche queste pellicole. Non è un caso che abbia puntato proprio su due storici cinema.

L’obiettivo di tutto questo? Semplice: puntare a conquistare visibilità anche tra i cinefili appassionati a film di alto profilo e non soltanto tra gli amanti di serie tv da consumare in streaming. Un pubblico che, in un secondo momento, potrebbe essere “spostato” online e, di conseguenza, utile ad aumentare gli abbonati. Un ottimo esempio di come digitale e analogico possano coesistere e, anzi, rafforzarsi a vicenda.

STAY IN TOUCH

Scrivici sui social, chiamaci al telefono, ma soprattutto vienici a trovare. Abbiamo caffè e tante idee.

CONTATTI

  • Via Cassano D'Adda 27/1
    20139 Milano
  • (+39) 02 3707 1487
  • info@dnagency.it

© Copyright 2019 - DN Agency S.r.l.

P.IVA 10439190967 - R.E.A. MI-2531462 - Capitale Sociale € 10.000 i.v.